about me

"Whatever I decide to do with my camera, whether I choose to remain still, or if instead I want to be part of the motion, whether I am trying to capture a reflection dancing on a breaking wave, or the light in a person’s eyes, my objective is always the same: to give visual form to the mystery of the continuous evolutions and revolutions of our natural world." - Sebastiano

418653_10150574971927939_574757938_92658

"Le fotografie di Sebastiano Tecchio emanano un bagliore misterioso. Sono dipinti di luce che evocano qualità tattili. La spontaneità domina tutte le foto. Qualche volta questa spontaneità e’ espressa con pennellate audaci, altre volte le forme graffiate sono ancora in un processo di divenire. Nonostante la vaghezza delle forme, le immagini sono coraggiose e drammatiche. Le sue fotografie sono reminiscenti di opere espressioniste astratte. Colori espressivi e segni gestuali degli artisti - Pollock, Hoffman, Stills, Motherwell, ecc… Il lavoro di Sebastiano e’ superficialmente simile nella natura astratta e nella qualità gestuale dei colori della luce. A differenza degli espressionisti astratti, mantiene un'associazione con la realtà fisica in alcune delle sue opere e solo un taglio netto in altre. La fotografia di Sebastiano ha meno a che fare con la registrazione di un’immagine e più a che fare con la creazione di un’immagine."

- Magnum Awards Review

2019 - Virginia Inn - Seattle, USA

Notti Interiori - mostra personale curata da Patrice Demombynes

2017 -  Infinito Studio Gallery - NYC 

Still Unstill -  mostra personale curata da Roberto Brambilla e Margarita Rumie

Da sempre sono alla ricerca della bellezza in tutte le sue forme e da sempre ho il desiderio, oserei dire la necessita' di condividere quello che vedo con gli altri.

Lo studio della bellezza e' un'avventura a piedi scalzi lungo i sentieri del mondo, e' il rapporto intimo con la natura che ci circonda, e' verita', e' un viaggio interiore nella nostra capacita' di osservare con occhi diversi il mondo. 

Quando ci concediamo il tempo per osservare le cose piu' piccole e spesso nascoste del mondo fisico, quel muro apparente che divide il materiale dall'astratto, si disintegra - la visione del mondo si apre a territori nuovi e inesplorati. Io chiamo la mia ricerca fotografica di questi territori Still Motion (Movimento Fermo),  due concetti apparentemente in contraddizione tra loro, ma perfettamente cuciti insieme dalle parole dello scrittore giapponese Yukio Mishima: "Quando osservi il mondo con consapevolezza, ti rendi conto che tutto e' immutabile e allo stesso tempo in continua trasformazione."

Sebastiano Tecchio